ALLONTANAMENTO ZERO: VARALDO (AIEF): “SODDISFATTI. SIA PUNTO DI PARTENZA, ORA POTENZIARE EDUCATIVA TERRITORIALE E PROGETTUALITÀ PRESSO LE FAMIGLIE”

COMUNICATO STAMPA

Torino, 25/10/2022

ALLONTANAMENTO ZERO: VARALDO (AIEF) “SODDISFATTI. SIA PUNTO DI PARTENZA, ORA POTENZIARE EDUCATIVA TERRITORIALE E PROGETTUALITÀ PRESSO LE FAMIGLIE

Torino, 25/10:«L’approvazione di “Allontanamento Zero” è un risultato importante perché riposiziona al centro delle politiche sociali la famiglia e ribadisce il diritto del minore a un sostegno e un supporto diretto al proprio nucleo familiare prima di ogni intervento di allontanamento. Questa approvazione deve rappresentare un punto di partenza e non di arrivo. Occorre ora potenziare gli interventi di educativa territoriale, le attività e il numero dei centri diurni e la rete socio sanitaria educativa per attuare sempre più interventi presso i nuclei, come previsto dal PEF che la nuova legge prevede. Perchè un sostegno diretto e funzionale all’aiuto dei minori, che vivono all’interno di nuclei familiari in difficoltà, richiede molteplici progettualità e ulteriori risorse professionali ed economiche. Inoltre, come AIEF, torniamo a ribadire che quando in ultima ratio è necessario collocare il minore in comunità allora che questa sia una struttura d’eccellenza. Più controlli e più qualità: oggi bene sappiamo quanto sia carente lo standard delle strutture residenziali, in molti casi dal punto di vista strutturale ma quasi sempre dal punto di vista progettuale educativo. Siamo certi che i prossimi passi andranno in questa direzione.» Lo dichiara in una nota stampa Tommaso Varaldo, presidente AIEF.

Menu